Plants vs Zombies HD: la recensione

Spread the love

plants vs zombies hd

Nome: Plants vs. Zombies HD – Categoria: Giochi
Dimensione
: 51.3 MB – Prezzo: 5.49€
Voto: 9/10 – Link App Store

È così che dovrebbero essere i giochi su iPad. Veloce, intuitivo e senza troppi fronzoli artistici o di gameplay, Plants vs Zombies HD è l’esempio perfetto di prodotto da giocare sui dieci pollici della tavoletta Apple, in una di quelle formule che danno assuefazione e non fanno staccare un attimo le dita dal display. Come potremmo definirlo? Un puzzle game? Uno strategico? Un’efficace commistione di entrambi? Probabilmente sì, ma andiamo ad analizzare meglio meccaniche e caratteristiche del lavoro PopCap, in modo da capire perché è così riuscito (tanto da meritarsi il nostro nove) e amato dagli utenti.

Il concetto di gameplay su cui poggia Plants vs Zombies è semplice ed efficace: abbiamo una griglia di 6×9 caselle, che rappresenterà diverse zone della nostra casa (il giardino, la piscina, il tetto, e così via). Dal lato destro, dopo pochi secondi dall’avvio delle varie partite, cominceranno ad avanzare folte schiere di zombie pronti a divorarci il cervello (al poco rassicurante suono di “braaaains”), una volta riusciti ad entrare in casa. Ma come si fa ad impedirglielo? Semplice, collocando le nostre piante sulle varie caselle del terreno, in modo che attacchino continuamente i feroci aggressori.

plants vs zombie 1

Prima di dare l’avvio ad ogni partita, al giocatore verrà data la possibilità di selezionare sei (inizialmente) piante, che saranno poi quelle che potrà utilizzare durante quello stage. Ma per essere attivata, ogni pianta richiede un certo numero di “soli”, e per ottenerli bisognerà prima piantare una schiera di girasoli, che li rilasceranno di tanto in tanto. Espediente, questo, teso a spezzare l’azione di gioco, portando il giocatore a riflettere al meglio sulle tempistiche e strategie di attacco e difesa.

Sì, dicevamo, attacco e difesa. Ogni pianta, infatti, avrà le proprie caratteristiche peculiari adatte ad ogni situazione: ci sarà quella che sputerà più semi contemporaneamente; quella che servirà a diradare la nebbia; quella adatta per attaccare in acqua o quella che si occuperà di rallentare l’offensiva nemica. Una varietà di caratteristiche e situazioni che si rifletterà anche sui nemici, sempre originali, diversi (non stupitevi di fronte a zombie anni ’70 che vi ballano di fronte…) e con punti deboli differenti.

plants vs zombies 2

E il lato tecnico? Come già accennato, Plants vs Zombies non è di certo uno di quei prodotti che sfruttano al 100% l’hardware di un iPad o un iPad 2 (per intenderci, non vi aspettate la resa visiva di un Infinity Blade 2…), ma ciò non vuol dire che non sia comunque gradevole e ben realizzato. Il versante grafico, dai colori accesi e brillanti, riesce a rappresentare al meglio il mondo di gioco e le situazioni al limite dell’assurdo che si verranno a creare; e lo stesso si dica per gli effetti sonori o le musichette che ci martelleranno in testa durante le battaglie (alcune sarà davvero difficile dimenticarle!).

In conclusione, Plants vs Zombies HD è un must have, uno di quei titoli che un possessore di iPad non dovrebbe mai e poi mai lasciarsi scappare. Che ci si trovi ad aspettare un autobus, durante un lungo viaggio o semplicemente in casa tra un capitolo e l’altro dell’esame che ci si appresta a dare, una partita al lavoro di PopCap è in grado di risollevare la giornata, costituendo un diversivo allegro, divertente e stimolante.

2 commenti su “Plants vs Zombies HD: la recensione”

Lascia un commento