Jonathan Ive: Apple si limita a migliorare, e non a creare

Spread the love

Jonathan Ive ha rilasciato un’interessante intervista a Mark Prigg dell’Evening Standard. Durante questa intervista, il Senior Vice President Industrial Design di Apple ha spiegato perché la sua azienda è così diversa dalle altre:

Progettazione – prototipazione – produzione” insieme, a differenza delle altre aziende che spezzettano queste fasi. Cosa amo del processo creativo, anche se può sembrare ingenuo, è che l’idea un giorno non c’è, nessuna soluzione, ma poi il giorno dopo c’è. La parte più difficile è quando l’idea diventa qualcosa di materiale. E’ come quando si effettua un modello 3D, grezzo, e poi si mettono tutte le parti dell’idea e si apportano le modifiche.

Apple cerca di “progettare e rendere i suoi prodotti migliori”, dice Ive. Allora perché altre aziende falliscono quando cercano di imitare Apple:

La maggior parte dei nostri concorrenti sono interessati a fare qualcosa di diverso, o vogliono apparire nuovi — penso che quelli sono completamente obiettivi sbagliati. Un prodotto deve essere veramente migliore. Ciò richiede disciplina reale, e questo è ciò che ci spinge — un sincero, genuino appetito di fare qualcosa che di migliore, non di nuovo.

fonte | TechGenius

1 commento su “Jonathan Ive: Apple si limita a migliorare, e non a creare”

Lascia un commento