Gruber: nessuna punizione nel nuovo ruolo di Mansfield

di Redazione 1

Solo qualche ora fa vi abbiamo parlato della misteriosa sparizione del profilo di Bob Mansfield dalla pagina del team amministrativo Apple, apparentemente senza alcuna spiegazione. Ci è voluto un po’ di tempo perché Apple commentasse la cosa, specificando come Mansfield non faccia più effettivamente parte dell’amministrazione Apple, e si occupi ora di nuovi progetti speciali, con riferimento diretto a Tim Cook. Un nuovo report, però, sottolinea come la nuova posizione di Bob Mansfield non rappresenti affatto una punizione, ma sia semplicemente indice di qualcosa di diverso. 

Di seguito un estratto da un articolo pubblicato dal blogger John Gruber:

Dopo aver chiesto in giro, sembra che nella questione della rimozione di Bob Mansfield dal team di amministrazione Apple non ci sia nulla da leggere tra le righe…

Questo cambio di ruolo non rappresenta una punizione, né è indice di problemi di salute o cose del genere. Si tratta solo di un ruolo più focalizzato su alcuni nuovi prodotti. Il suo aver cambiato idea sul tornare come senior vice president, l’anno scorso, era qualcosa di passeggero, non permanente… Fuori dalla compagnia, la scoperta che il ritorno di Mansfield al suo ruolo di SVP fosse solo temporaneo ci ha sorpresi. Ma dentro Apple, sembra siano sorpresi che noi abbiamo letto questo cambio di ruoli come una sorta di “complotto”.

Gruber afferma che non ci sia proprio nessun messaggio tra le righe, nella dichiarazione di Apple. Mansfield sta semplicemente lavorando a “progetti speciali”. Ma quali saranno mai questi progetti speciali? Non lo sappiamo, ma nei giorni scorsi ci sono stati molti rumor riguardanti un possibile coinvolgimento di Mansfield nella divisione degli “indossabili”… E qui si pensa automaticamente all’iWatch e a tutte quelle cose lì.

Secondo Bloomberg, Mansfield lo scorso anno si è portato a casa 85.5 milioni di dollari, una cifra che lo rende uno dei dirigenti statunitensi più pagati del 2012.

via | iDownloadBlog

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>