Play Store: compaiono applicazioni fake targate Apple

di Redazione 1

Spread the love

Come ben sapete, i cataloghi multimediali su cui si basano i dispositivi come smartphone e tablet, ospitano davvero decine di migliaia di applicazioni. Oggi vi parliamo nello specifico di una notizia che vede coinvolta la piattaforma di Google, il Play Store, che nello scorso fine settimana ha dovuto sorbirsi un incontro davvero poco piacevole. Sono infatti apparse all’interno del catalogo diverse applicazioni fake firmate nientemeno che da Apple. Ma ovviamente è tutto falso!

Crediamo che l’immagine che vi alleghiamo qui sopra spieghi davvero bene l’accaduto. All’interno di Google Play si legge un bel Apps by Apple Inc che lascia davvero poco adito ad interpretazioni. E sotto, dando uno sguardo, si contano facilmente ben sei prodotti differenti: si parte da Garage Band per arrivare a iMovie, da iPhoto a Numbers e da Keynote a Pages. L’equivalente delle suite iLife e iWork, insomma, sembrerebbe essere stata spostata di peso su dispositivi Android.

Ma, è ovvio, si tratta di un falso colossale: le suddette applicazioni apparse su Play Store non sono in alcun modo legate alla società di Cupertino, e sono infatti state rimosse in brevissimo tempo dal team di Google. Sembra che siano stati solo pochi a cadere nella trappola ed acquistare effettivamente le app, che costavano dai 4 ai 10 dollari e di cui non conosciamo i contenuti (ma immaginiamo non avessero fini molto leciti).

Insomma: qualcuno ha cercato di spacciare per reali applicazioni fake e venderle, ma Google, fortunatamente, ha il click veloce. Molto più veloce di quanto non ce l’abbia Apple su App Store, a dire il vero: non è raro, infatti, che all’interno del catalogo iOS appaiano applicazioni fake e ci rimangano per molto tempo prima di essere rimossa. Vi segnaliamo, a proposito, la rubrica iPacchi gestita dal team di TheAppleLounge, raggiungibile da questo link e in cui potete trovare diverse app… non esattamente originali. E alcune ancora scaricabili tranquillamente!

via | 9to5mac

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>