Ad Apple il 74% dei proventi per i download delle app nel Q1 2013

di Giovanni Biasi Commenta

Lunedì, Canalys ha pubblicato un rapporto relativo al download delle applicazioni dai quattro maggiori cataloghi mobile: Google Play, App Store di Apple, Windows Phone Store di Microsoft e BlackBerry World di RIM. E ci sono buone notizie sia per Apple che per Google, mentre non così buone per gli altri due competitor, che evidentemente hanno bisogno di portare un po’ d’aria fresca all’interno della loro offerta. 

Di seguito i risultati più interessanti:

  • I download di app dai quattro cataloghi, durante il Q1 2013 hanno totalizzato la cifra di 13.4 miliardi, una cifra l’11% più alta del corrispettivo totalizzato nel quarto tra Dicembre e Marzo;
  • I ricavi hanno raggiunto 2.2 miliardi di dollari: si parla sia di acquisti di app che acquisti in-app. Qui l’aumento è minore ma comunque sostanziale: +9% rispetto al Q4 2012;
  • Mercati emergenti come quello del Sud Africa, del Brasile e dell’Indonesia hanno mostrato la crescita più alta, anche se ciò non coincide necessariamente con i più alti ricavi;
  • Anche nel mercato nordamericano, già relativamente maturo in questo senso, sia download che ricavi hanno registrato un aumento rispettivo dell’8 e del 6%;
  • In Europa Occidentale, invece, si registrano aumenti pari all’8 e al 10%, leggermente maggiori di quelli nordamericani;
  • L’App Store di Apple ha registrato i ricavi maggiori tra i quattro marchi: si parla del 74% solo per la società di Cupertino;
  • A Google, invece, va il maggior numero di download. Si parla di circa il 51% del totale, con Apple che rimane subito sotto.

“L’App Store di Apple e il Google Play”, dice Tim Shepherd di Canalys, “rimangono i due pesi massimi nel mondo delle applicazioni. In confronto, il BlackBerry World e il Windows Phone Store continuano oggi ad apparire come problemi molto lontani per Apple e Google, ma in ogni caso non possono essere ignorati”.

E voi come vedete i passi successivi di questa eterna sfida?

via | Fortune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>