Il Dipartimento di Giustizia muove le prime accuse contro Apple per gli ebook

di Redazione 1

Secondo quanto riportato da AllThingsDigital la Corte di Giustizia americana ha mosso le prime accuse contro Apple nel caso che la vede protagonista di un comportamento anticoncorrenziale relativamente al caso del prezzo degli ebook.

Pare infatti che Apple abbia preso accordi con gli editori affinché il prezzo dei libri elettronici presenti all’interno di iBookstore venisse mantenuto il più alto possibile.

Questo sarebbe infatti evidente da intercettazioni telefoniche e email scambiate tra dirigenti Apple ed editori.

Dal canto suo Apple si è difesa asserendo che si è limitata ad applicare la medesima strategia utilizzata per gli altri suoi 2 Store: iTunes Store e App Store ed ha aggiunto che grazie ai suoi Store sono stati creati molti posti di lavoro in USA.

Fatto sta che tutti gli editori coinvolti hanno preferito scendere a patti con l’accusa, lasciando dunque Apple come unico obiettivo della magistratura.

Vi terremo informati sugli sviluppi della vicenda.

via | MacRumors

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>