Apple Music, problema con le etichette indipendenti inglesi

di Gio Tuzzi Commenta

Il servizio Apple Music, che consentirà agli utenti di poter ascoltare musica in streaming, arriverà il 30 Giugno in tutto il mondo e in Italia l’abbonamento mensile sarà di 9,90 euro. Ora però la Apple sta rischiando di non riuscire a raggiungere un accordo con le etichette indipendenti inglesi che ancora non hanno firmato l’accordo.

Il problema principale che frena tali etichette è il periodo di prova imposto dalla Apple ai suoi utenti. Per tre mesi quindi si avrà modo di poter usufruire gratuitamente del servizio Apple Music e poi decidere se abbonarsi o meno. Una mossa di mercato che però non ha convinto le etichette indipendenti inglesi, le quali hanno palesemente dichiarato di non potersi permettere tre mesi senza alcun tipo di guadagno.

Inoltre c’è anche la possibilità che Apple Music non sia così indispensabile per i vari utenti, anche perché è molto simile a tutti gli altri servizi di streaming musicale presenti sul mercato. Se la Apple non dovesse riuscire a trovare un accordo con queste etichette indipendenti inglesi, si rischia di perdere proprio grandi artisti che arrivano dalla Gran Bretagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>