Ulteriori differenze tra iPad Pro e Mac: tra backup e musica

di Gio Tuzzi Commenta

Giusto concentrarsi bene su ulteriori differenze tra iPad Pro e Mac, con un particolare riferimento in questo caso ad elementi come backup e musica

Ci sono ulteriori aspetti che in questo periodo dobbiamo prendere in considerazione analizzando più da vicino l’iPad Pro, in particolare le sue principali differenze con il Mac secondo alcune informazioni che possiamo estrarre direttamente da un articolo molto interessante pubblicato da melablog.

Nello specifico, qui di seguito gli utenti interessanti possono concentrarsi in modo dettagliato su almeno tre aspetti da prendere in esame prima di acquistare un iPad Pro, come si può facilmente immaginare:

    • Backup Locali: Se vi serve un backup di iPhone e iPad, le uniche alternative sono iTunes, iCloud (a pagamento) oppure utility di terze parti. Niente backup offline gratuito come con Time Machine, il che ha due ragioni principali. Un po’ per praticità, e un po’ perché Apple deve guadagnare dai servizi accessori.

    • Podcast: Provate voi a registrare da diverse fonti contemporaneamente (Skype, microfono, musica di sottofondo) su iPad. Non si può per la semplice ragione che Microsoft non ha implementato questa feature. Su Mac, invece, è presente a livello di OS.

    • Musica: L’unico modo di portare la vostra musica su iPad è passando attraverso la sincronizzazione con iTunes e un computer. In alternativa, vi pagate un bell’abbonamento a Apple Music, che prò non risolve il problema di accedere ai brani fuori catalogo. Alla faccia dell’era post-pc.

Insomma, al dì là di quanto emerso a suo tempo durante la presentazione dell’iPad Pro, è giusto considerare bene alcuni elementi di differenziazione rispetto ad un comune Mac oggi 1 dicembre.