Chiarimenti sul processore dell’iPad Pro 2020 a fine aprile

di Gio Tuzzi Commenta

Bisogna considerare alcuni aspetti specifici a proposito del processore del nuovo iPad Pro 2020

I recenti iPad Pro 2020 sono dotati di un processore A12Z che è lo stesso del processore A12X che abbiamo avuto modo di toccare con mano attraverso i modelli ‌iPad Pro‌ 2018. A fare la differenza, abbiamo un core GPU aggiuntivo abilitato, stando a quanto TechInsights ha confermato di recente. Cerchiamo di analizzare la situazione più da vicino, in modo da comprendere quali siano i punti di forza del tablet concepito dal colosso di Cupertino.

iPad Pro 2020

Informazioni più precise per il processore del nuovo iPad Pro 2020

Apple non ha evidenziato cambiamenti nelle prestazioni della CPU, ma c’è una differenza: l’A12Z presenta una GPU a 8 core, mentre l’A12X ha una GPU a 7 core. Le informazioni fornite a marzo da TechInsights hanno suggerito che l’A12X era semplicemente un chip GPU a 8 core con un core GPU disabilitato, indicando che A12Z è un A12X riconnesso con quel core GPU latente abilitato.

All’epoca, TechInsights ha dichiarato di aver pianificato di condurre un’analisi della planimetria per determinare se ci sono differenze tra A12X e A12Z, che è stato completato e che i chip GPU sono uguali. Un rapporto completo sui risultati di TechInsights sarà disponibile sul suo sito Web per coloro che hanno un abbonamento.

Non è insolito per i produttori di chip disabilitare un core di un processore quando un chip non soddisfa i livelli di rendimento, e forse è quello che è successo con l’A12X. La produzione del chip è ora abbastanza migliorata che i rendimenti sono migliorati e tutti gli 8 core sono funzionali, risultando nel chip A12Z.

Insomma, al di là delle sigle e delle voci che trovate all’interno delle singole schede tecniche, ci sono alcune informazioni importanti che dovete prendere in considerazione in questo periodo, per quanto concerne una più completa valutazione del tanto discusso iPad Pro 2020. Alcune critiche potrebbero essere in qualche modo comprensibili, ma a conti fatti resta fondamentale il test sul campo per comprendere il reale potenziale di un prodotto che dal punto di vista delle performance pare avere pochi rivali. Lo avete già testato? Quali sono state le vostre prime impressioni in queste settimane? Fatecelo sapere riportando le vostre sensazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>