Steve Ballmer ammette: Surface non sta andando bene

di Redazione 1

Steve Ballmer, CEO di Microsoft, qualche giorno fa ha ammesso pubblicamente quello che sapevamo un po’ tutti. Ha infatti detto ai dipendenti Microsoft che l’azienda potrebbe aver sopravvalutato la domanda relativa ai tablet Surface. La rivelazione arriva dopo che il gigante di Redmond ha annunciato una svalutazione pari a circa un miliardo di dollari, dopo il taglio di prezzo di Surface. 

Ma che non ci siano equivoci: Microsoft sicuramente non smetterà di produrre Surface, non per adesso, almeno. Ballmer ne ha infatti approfittato per comunicare l’avvenuto svolgimento di un meeting a porte chiuse in cui si sta testando un nuovo Surface, di cui chiaramente per il momento non si sa ancora nulla.

“Il numero di Surface che abbiamo prodotto ha leggermente superato quelli che siamo riusciti a vendere”, ha affermato il CEO di Microsoft. E commentando il riscontro del pubblico a Windows 8, Ballmer ha affermato che la compagnia non sta vendendo quanti dispositivi Windows vorrebbe.

È curioso che un’ammissione del genere venga proprio qualche giorno dopo il lancio di una campagna pubblicitaria di certo discutibile, in cui non si fa altro che cercare di sminuire Apple e il suo iPad, con la voce di Siri che sottolinea tutti i limiti del tablet Apple ed esalta invece le caratteristiche del prodotto Microsoft.

Ma c’è stato poco da ridere nel momento in cui Ballmer e soci si sono trovati costretti ad ammettere la crisi che sta colpendo i prodotti Windows, nonostante l’azienda tenga a sottolineare di come creda che Surface possa ancora essere salvato.

La nuova versione di Surface – che per il momento, come vi accennavamo, non ha nome né volto – è attualmente in fase di test, e presenta “miglioramenti significativi”.
Cosa significa, secondo voi? E in quale direzione si sta dirigendo Microsoft, con un Surface che proprio non riesce a decollare?

Dite la vostra.

via | iDownloadBlog

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>