iOS 5: per il jailbreak untethered il Chronic Dev team vuole sfruttare le segnalazioni sugli arresti anomali di iTunes

di Alessandro Moretti Commenta

A quanto pare trovare un exploit che consenta di effettuare il jailbreak untethered di iOS 5 è più difficile del previsto. Con iOS 5 Apple ha fatto un ottimo lavoro chiudendo ogni possibile falla di sicurezza.

Il Chronic Dev team sta comunque lavorando per cercare di trovare un punto debole nel sistema operativo mobile di Cupertino.

Proprio ieri sono stati diramati i piani futuri del team hacker per la realizzazione di un jailbreak untethered dedicato ad iOS 5. Il Chronic Dev team ha dichiarato che Apple avrebbe infatti utilizzato le segnalazioni sugli arresti anomali inviati tramite iTunes per scovare i punti deboli del suo sistema operativo per dispositivi mobili. Così anche loro hanno pensato di utilizzare tali segnalazioni per trovare nuovi exploit da utilizzare per il jailbreak untethered di iOS 5.

Usando questo agglomerato di report crash e la nostra abilità ninja, Chronic Dev sarà in grado di individuare rapidamente le vulnerabilità in vari programmi utilizzando le stesse tecniche che Apple utilizza attualmente. Come minimo, i dati ci aiuteranno a puntare nella direzione di quelle applicazioni più vulnerabili, in modo da poter concentrare il nostro tempo e le nostre energie su queste con intensità. E, naturalmente, questo eviterà ad Apple di accedere a tutti i vostri dati importanti, in modo che non possano poi essere utilizzati contro di te.

Ovviamente potete partecipare a questo invio dei dati al Chronic Dev team ma sappiate che se intraprendete questa strada lo fate a vostro rischio e pericolo. Apple sta già lavorando ad un nuovo aggiornamento dedicato alla sicurezza per iTunes e Mac OS X, che molto probabilmente mirerà ad ostruire proprio i piani del Chronic Dev team, quindi i vostri sforzi potrebbero poi risultare comunque vani.

Ovviamente il jailbreak per molti è quasi una necessità quindi valutate la scelta e agite di conseguenza. Il team di iPad.it ovviamente non prende posizione in merito alla pratica del jailbreak, ci siamo solo limitati a segnalare questa notizia.

via | 9to5mac