Una svolta per il jailbreak iOS 11: parla Saurik

di Gio Tuzzi Commenta

Una potenziale svolta per il jailbreak iOS 11, almeno stando ad alcune dichiarazioni recenti da parte di Saurik, che ha aperto scenari davvero importanti per tutti coloro che sono ansiosi

Stiamo per andare incontro ad una svolta davvero importante per quanto riguarda il jailbreak iOS 11, almeno stando a quanto trapelato attraverso un recente intervento da parte di Saurik, che ha aperto una volta per tutte al rilascio di un tool che ormai sembrava impossibile agli addetti ai lavori. Insomma, qualcuno ci sta lavorando.

Volete saperne di più sull’approccio adottato da Saurik in questo particolare contesto? Allora ecco per voi uno scorcio dell’annuncio originale da parte dello sviluppatore su Reddit a proposito del jailbreak iOS 11:

“The architecture without the “jailbreakd” is much cleaner: it means that there isn’t some weird coordination boundary halfway between Substrate and the jailbreak; and the runtime stability will be a lot better: what people seem to want “jailbreakd” to do involves walking through data structures in the kernel – without the locks required to do that, and in a “slow” manner from userspace (increasing the likelihood of various race conditions) – every time processes spawn and Subtrate has to manage code injection.

And it just isn’t necessary”.

Insomma, occhi aperti nelle prossime settimane, perché la sensazione a questo punto è che potremmo vederne davvero delle belle con il jailbreak iOS 11 per tutti gli utenti iPhone ed iPad interessati al progetto in questione.